Cronaca di due mesi di campagna elettorale

Nessuno in fondo ci credeva sul serio.

Molti si aspettavano una listarella in appoggio a qualche personaggio del centro .

Altri la corsa Moderata in aiuto al sistema.

E invece .

Abbiamo parlato con tutti.

Abbiamo provato a discutere di progetti e programmi con tutti.

Ma le risposte ci parlavano solo di accordi e posti da concordare.

E allora no.

Abbiamo deciso per la coerenza.

Ci siamo buttati.

Abbiamo raccolto le (vere, una per una), e anche qui qualcuno non credeva lo facessimo.

Ci avevano detto che non si poteva fare una campagna senza centinaia di migliaia di euro.

Abbiamo speso meno di 2.000 euro (e grazie ancora a tutti quelli che hanno contribuito).

Abbiamo cominciato a correre.

Ogni intervista, ogni convegno, ogni invito è stato l’occasione per confrontarci con voi, con le persone che la vivono e che patiscono sulla propria pelle il .

È stato sorprendente scoprire quante persone ci apprezzano, quante condividono le nostre idee, quanti sono stufi delle parole buttate al vento dai politici professionisti, della sensazione di abbandono che provano ogni giorno.

È stata una fatica immane, dividendoci tra , famiglia e questa lotta contro la corazzata che amministra da 25 anni la città.

Ora siamo arrivati al giorno decisivo.

Non sappiamo quanti di voi ci premieranno con il voto.

Ma che siate pochi, tanti o tantissimi, per noi la vittoria è un traguardo già raggiunto.

Perché ciò che abbiamo fatto, le idee che abbiamo proposto, le soluzioni che abbiamo dato non potranno essere ignorate da chiunque dovrà amministrare la città.

E questo, per una forza , è e dovrebbe sempre essere il vero risultato.

Un grazie a tutti voi con il .

Perché Torino ci sta a cuore.

Condividi le nostre idee !!

Autore dell'articolo: Andrea Peinetti

Lascia un commento