Conferenza Stampa 25/09/2018 Privatizziamo Gtt

Conferenza Stampa 25/09/2018                                                                                           Oggetto: Presentazione petizione popolare per referendum Privatizzazione Gtt Con questa petizione i cittadini torinesi richiedono al Consiglio Comunale di Torino di indire un referendum sulla privatizzazione del Gruppo Torinese Trasporti, ecco il quesito proposto: “Volete voi che la città di Torino venda almeno il 51% di GTT al fine di potersi […]

Un nuovo centrodestra per Torino

Per discutere su Torino occorre premettere alcune verità: prima fra tutte il sindaco Appendino non è responsabile per l’attuale situazione della nostra città, il declino di Torino magicamente comparso nelle prime pagine dei giornali cittadini (dopo mesi di luna di miele con la nuova amministrazione), era già ben evidente durante l’ultimo periodo dell’amministrazione precedente, tant’è che il sindaco Fassino ha mancato […]

Cronache dal MedioEvo – Ridiamo per non piangere

A volte leggere il giornale, cartaceo oppure online, è un esercizio di pazienza. A volte può sembrare il riassunto della puntata di uno stranissimo varietà comico. Facendo attenzione si scopre però che forse la classe politica comincia ad intravedere lo stato in cui ha ridotto il nostro povero paese: un medioevo mascherato da gadget elettronici. […]

Fumo negli occhi …

Leggo oggi su La Stampa che con una Delibera dell’11/9 il Comune ha ridefinito le regole per il linguaggio istituzionale della PA per eliminare qualsiasi forma di discriminazione di genere. Sarò sincera, la prima reazione è stata ‘ma chissenefrega‘, la seconda di provare ad approfondire, la terza … la trovate al fondo. Cliccando qua e là […]

Il costo sociale dell’insicurezza

Torino abbandonata alla criminalità. È un’affermazione severa, ma terribilmente reale. Prendiamo due esempi: la sicurezza del centro cittadino e quelle dei trasporti. I problemi legati alla delinquenza, fino a poco tempo fa limitati alle aree periferiche della città sono ormai giunti nel centro cittadino. I vuoti vengono presto riempiti: e il vuoto di sicurezza che […]

QUESTIONE IMMIGRAZIONE

PREMESSA Il presente documento politico del gruppo SiAmo Torino nasce dall’indagine condotta sul fenomeno dell’immigrazione irregolare in Italia negli anni dal 2011 ad oggi. Alla luce di quanto oltre evidenziato, le proposte politiche qui formulate sono volte a scongiurare il duplice e contrapposto crollo morale ed economico della società italiana in tema di “immigrazione”. Riteniamo […]

SOLUZIONE PER l’EX-MOI O PER TORINO?

La gestione di migranti e profughi e la gestione dei cittadini: diamo atto all’amministrazione del fatto che finalmente si interviene per risolvere il problema dell’ex-#MOI. Ma ancora una volta le scelte sono a discapito dei cittadini. In via Asti si bloccano progetti di startup per far posto a migranti e profughi. Noi proponiamo alternative, come sempre […]

Dal “cambiamento” alla “continuità”

Cambiamento è la parola che ha accompagnato tutta la campagna elettorale dell’attuale Sindaco di Torino e che su alcuni temi ci ha trovato perfettamente d’accordo come SiAmoTorino. Facile intuire che proprio questo desiderio di rinnovare una classe politica ormai totalmente autoreferenziale da un ventennio, è stato parte della spinta propulsiva che ha portato Chiara Appendino […]

Notarelle liberali sui migranti

Prendo spunto dall’articolo molto stimolante di Vito Foschi, nella rubrica Cose (E)inaudite, dal titolo “Notarelle liberali sui migranti”, per riassumere una personale considerazione. Da uomo liberale, quale mi definisco e sono, mi pongo quotidianamente il problema sul ruolo dello stato nella gestione (o contrasto, o contenimento, o regolamentazione (?) dei “migranti”; e ritengo, a ragion […]

Basta debiti, basta Società Partecipate

Comunicato stampa, 25/10/2016 La recente indagine della Procura della Repubblica sulle ipotetiche irregolarità contabili nella redazione del bilancio del Comune di Torino ci sollecita tre considerazioni a conferma di quanto da sempre sostenuto: in primo luogo, deve rilevarsi che quando l’opposizione politica fa il suo dovere e non è connivente con chi governa, il controllo dell’operato pubblico […]