Assessore alle politiche sociali, educative e di cittadinanza: Monica Montevecchi

SiAmo presenta l’ alle politiche sociali, educative e di cittadinanza, Monica .

Una professionista, una mamma, una combattente.

 

Monica Montevecchi di Pecetto Torinese è la persona scelta da SiAmoTorino per affrontare i difficili argomenti delle politiche sociali, educative e di cittadinanza. La sua esperienza è fuori discussione.

Inizia il suo cammino lavorativo nel 1986 presso un’azienda del settore automotive. Nel frattempo consegue la laurea alla Scuola di Amministrazione Aziendale di Torino. Da allora la sua carriera professionale è proseguita nel campo della consulenza sui sistemi di organizzazione e gestione aziendale.
Sono più di 15 anni che si occupa di questi argomenti, collaborando con un Ente di certificazione internazionale come Lead Auditor.

Nonostante il grande lavorativo, il suo non si esaurisce qui.

Madre di due figlie, si è sempre preoccupata dello gestione dei rapporti con gli enti scolastici. Ha cominciato come rappresentante di classe (impegno tuttora attivo, nonostante le figlie siano ormai in giro per il mondo) proseguendo quindi come Membro della Commissione Mensa per sei anni. E’ quindi entrata in Consiglio di Istituto del IC Cambiano-Pecetto dal 2008, diventandone infine Presidente al termine di una battaglia per la valorizzazione dell’Istituto e per evitare il suo deprezzamento da parte del provveditorato.

Sempre in ambito scolastico ha fatto consulenza in 5 scuole superiori (licei ed istituti tecnici) per il conseguimento dell’accreditamento della Regione Piemonte per poter accedere ai fondi europei di Formazione tecnica superiore e per la certificazione di qualità del servizio scolastico da parte di Enti accreditati.

La sua capacità di relazione unita alla profondità delle conoscenze in ambito scolastico ne fanno la candidata ideale per un ruolo fondamentale come quello dell’assessore alle politiche educative. Per noi di , che vogliamo costruire un futuro positivo per i nostri figli e per la nostra città, è fondamentale sapere di poter contare su una donna con i suoi requisiti.

Le sue battaglie per la , la libera iniziativa e la professionalità, il suo approccio alla realtà senza pregiudizi ideologiche, la sua capacità di riconoscere le esigenze dei cittadini e di trovare il modo per realizzarel sono la base da cui partirà per portare nuove modalità di gestione nel nostro .

Nel suo sono particolarmente interessanti le idee di sviluppo dei micro-nidi, fondamentali per dare un aiuto concreto alle e permettere a tutte le donne di svolgere la propria attività lavorativa; le attività legate alle politiche sociali, con particolare riferimento ai genitori e ai familiari delle persone con disabilità, con progetti di recupero di spazi abitativi in co-housing per l’assistenza ospedaliera per i molti edifici abbandonati e lasciati andare in rovina dall’attuale amministrazione; i progetti di responsabilizzazione e coinvolgimento delle nelle politiche educative, con l’utilizzo dei fondi europei e lo scambio reciproco di studenti.

Insomma, una professionista dalle notevoli capacità e dal grande fascino, un vanto per il nostro movimento, una certezza per la città!

Condividi le nostre idee !!

Autore dell'articolo: SiAmo Torino

Lascia un commento